Alexis Evans

Alexis Evans arriva da Bordeaux e a tre anni di distanza dal suo esordio esce questa volta per l’italiana Record Kicks.

“I’ve Come A Long Way” è stato rappresentato in Dodici 03 2019 Soul R(E)volution dal primo singolo, la preziosa “I Made A Deal With Myself”

Quando tutti attorno a te vanno incredibilmente veloce senza un motivo razionale, tu prenditela con calma. Si vive una volta sola, viviti il momento. (Alexis Evans)

Le ispirazioni sono palesi: da Otis Redding attraverso i The Meters e Sly & The Family Stone senza dimenticare l’Inghilterra di un periodo di Paul Weller che ricordiamo benissimo.
Fa specie sapere che questa è la musica che ha formato la personalità artistica di Alexis Evans, venticinque anni.

Ha scritto “I’ve Come A Long Way” approcciando scrittura, arrangiamenti e suoni come facevano Bobby Womack o The Impressions.
E il risultato lo puoi ascoltare qui.


C’è proprio un movimento, là fuori, che per semplicità chiamiamo retro soul. Una serie nutrita di band e artisti talentuosi che omaggiano quella parte di suoni, scrittura e immaginario ballato, suonato e portato fra i cardini della storia dagli anni 60 fino al northern soul.
Alexis Evans è uno dei nomi da mettere nel radar, bianco ma con un’attitudine che più soul non si può.
Le realtà quali Daptone, Colemine e l’italiana Record Kicks (che festeggerà al Biko il quindicesimo compleanno alla fine di marzo) sono il tridente che posso tranquillamente spendere come indicazione per scoprire una serie di band pazzesche scovate e curate da persone che amano questa musica almeno quanto noi che la consumiamo regolarmente e rigorosamente fuori algoritmo.

Tornando ad Alexis Evans, secondo me imperdibile almeno quanto ‘I Made A Deal With Myself’ c’è questa traccia che personalmente non sto riuscendo a togliere dal loop.

La prima volta alla radio, Alexis Evans lo abbiamo ascoltato in questo episodio di Soul(R)Evolution, su Radio Milano International.