Articoli

Due 07 2019 Soul (R)Evolution header

Due 07 2019 Soul (R)Evolution

DUE 07 Soul (R)Evolution è successo su Radio Milano International New VIbes ed è disponibile on demand qui:

Due 07 Soul (R)Evolution #playlist

ABAKAN – Freedom

DANIEL CAESAR – Cyanide

COL3TRANE – Heroine

SG LEWIS & HONNE – Overdose

MICHAEL KIWANUKA & TOM MISCH – Money

THE NICEGUYS – Where This Can Go Feat Aaron Abernathy

CAMERA SOUL – Existence

NATE WILLIAMS – Already Gone

ISAIAH SHARKEY – Eternal Flame

RAHEEM DEVAUGHN – Rose Gold

BLACK PUMAS – Colors

LORINE CHIA – Needed

JAMILA WOODS – Baldwin Feat Nico Segal

STEALTH – Never Say Die

HER & YBN CORDAE – Racks

FARR – Someway Somehow

Due 07 2019 Soul (R)Evoluton Playlist

ventuno 05 2019 Soul (R)Evolution Header

Ventuno 05 2019 Soul (R)Evolution

Ventuno 05 2019 Soul (R)Evolution è stato trasmesso per la prima volta su Radio Milano International New Vibes. Ora puoi riascoltarlo qui:

Ventuno 05 2019 Soul (R)Evolution #playlist

DJ KHALED – Higher Feat. Nipsey Hussle & John Legend

RAHSAAN PATTERSON – Heroes And Gods

GRYFFIN & ALOE BLACC – Hurt People

AUGUST 08 – Simple Pleasures

NOT3S – Wanting

RASHARN POWELL – Hiroshima

SEBASTIAN MIKAEL – Time

LIZZO – Boys

TYLER, THE CREATOR – I Think

JAMILA WOODS – Baldwin

THE HEAVY – Fighting For The Same Thing

DAVIE – Flavor

SEBA KAAPSTAD – Don’t

bLAck pARty – 4 AM In NY Feat. Anajah

STEVEN BAMIDELE – Lighting Fires

VENTUNO-05-2019-Soul-(R)Evolution-Playlist

 

Ventuno 05 2019 Soul (R)Evolution #fuorirevolution

Ci piace sperimentare. Anche con la rete, con le piattaforme e tutto quello che è nuovo (o quasi, insomma).

Partendo dalla base, era obbligatorio un approdo su Spotify con l’on demand. È stata scelta questa piattaforma perchè  l’ascolto dei contenuti viene fatto slegato dal tempo in cui accadono e si lega alle abitudini di chi ha l’intenzione di ascoltare. Questo è il bello (o il brutto, dipende da come la si voglia vedere) “dell’internet”.

Ed è bello essere insieme a Irene e Freez, la SoulSista e il Cerimoniere per eccellenza: ci trovi tutti nella stessa stanza, quella di Radio Milano International, la radio che rappresenta il tuo suono.

Inizio a camminare per questo sentiero, perché continuo a credere che l’interazione e il dialogo non debbano essere soltanto un’azione che arriva da un messaggio WhatsApp, da un like su Facebook, da un cuore su Instagram.

Interazione e dialogo partono dal condividere. Nel caso di Soul (R)Evolution la musica che io e Simone N1G4 raccogliamo fuori dagli algoritmi ogni settimana e poi, se vuoi, ci spostiamo sui social, sulle email, sui messaggi per approfondire, raccontare, scambiare opinioni e pareri. Come si faceva “ai vecchi tempi”, usando però la tecnologia per annullare le distanze.

 

Quattordici 05 2019 Soul (R)Evolution header

QUATTORDICI 05 2019 Soul (R)Evolution

Quattordici 05 2019 Soul (R)Evolution è andato in onda su Radio Milano International New Vibes.
Puoi riascoltarlo qui:

 

Quattordici 05 2019 Soul (R)Evolution #playlist

CIARA – I Love Myself feat. Macklemore

JAMILA WOODS – Baldwin feat. Nico Segal

SIDIBE – Complacent Love

LEVEN KALI – 1 On 1

SG LEWIS – Flames feat Ruel

ISAIAH SHARKEY™ – Time

VEEZO – silentdawn feat. Davide Shorty

GRACE CARTER – Don’t Hurt It Like It Used To

ARI LENNOX – Facetime

EMOTIONAL ORANGES – Good To Me

FLYING LOTUS – More feat. Anderson .Paak

SUBSTANCE ABUSE – Bridges feat. Aceyalone

MARY J. BLIGE x NAS – Thriving

KELLY FINNIGAN – Every Time It Rains

Quattordici 05 2019 Soul (R)Evolution playlist

Quattordici 05 2019 Soul (R)Evolution #fuori(R)Evolution

Qui doveva esserci un appunto esteso su uno dei dischi più belli del mondo, che è Legacy! Legacy! di Jamila Woods.
Poi l’appunto si è allargato, si è esteso ed ha inanellato più frasi di quante mi aspettassi e quindi è diventato qualcosa di diverso, un contenuto a parte, un sentiero diverso.
Che puoi trovare qui.

Però sul tubo è arrivato un video che rappresenta Anderson .Paak come dj droide ed è frutto della collaborazione tra Flying Lotus e Shinichiro Watanabe (che è la mente e l’arte dietro la rivoluzione anime di Cowboy BeBop, per intenderci, film di animazione western che coniuga il noir degli anni 40, le arti marziali e il jazz).
I due non potevano stare distanti più di tanto, è evidente, in quanto anche Flying Lotus ama spezzare i confini e gli schemi dei generi quando si mette a fare musica.
Flying Lotus e Watanabe hanno collaborato in passato al corto di Watanabe ‘Blade Runner: Blackout 2020’ e lo faranno ancora su un progetto che al momento si intitola ‘Carole & Tuesday’ del quale ancora non si sa nulla.

Intanto la loro verve visionaria è condensata nella storia che accompagna i tre minuti di ‘More’ che abbiamo ascoltato alla radio e fa parte del nuovo progetto di Flying Lotus in uscita il 24 maggio prossimo anche in un’edizione vinile con una copertina degna di nota (la puoi vedere qui)

 

Jamila Woods header

Jamila Woods ci racconta di un’eredità: è anche la nostra?

Jamila Woods è uscita con il suo secondo disco.
Se sei di fretta ti serve solo sapere che ‘Legacy! Legacy!” è uno dei dischi più belli del mondo (cit.)
Se hai quattro minuti di tempo qui sotto cerco di spiegarti quale secondo me è il motivo.

We don’t go out
Can’t wish us away
We been burning
Brighter everyday
(BALDWIN, JAMILA WOODS, Album: LEGACY, LEGACY!)

Quattordici 05 2019 Soul (R)Evolution Jamila Woods

Sono tredici gli eroi, tutti elencati per nome [uno elencato solo tra parentesi], del secondo album di Jamila Woods.

“Nessuno di noi è libero, ma qualcuno di noi è coraggioso” sono le parole che descrivono meglio l’ambizione, la bellezza e l’empatia di uno dei dischi più belli del mondo, anno 2019.

Dodici nomi, dodici persone (Betty (for Boogie) è il remix della traccia di apertura) che hanno plasmato Jamila Woods, un legame, un’eredità, una continuità bellissima.

Alcuni di questi nomi sono ben noti: Eartha Kitt, Basquiat, Miles (Davis) e poi ci sono anche Nikki Giovanni e Sonia Sanchez, che sono poeti, James Baldwin che è stato un’eminenza della cultura e della coscienza black (suggerisco a te che stai leggendo qui di prendere uno dei suoi scritti e partendo da quello scoprire l’opera di una grandissima penna: qui c’è Gridalo Forte).

C’è Betty (Davis, anche lei come Miles ma non sono parenti), Zora Neale che scrisse “Non saprai mai tutto, io non saprò mai tutto” nel 1928 dentro “How It Feels To Be Colored Me” e c’è Frida (Khalo, ovviamente).
C’è la ribellione di Muddy (Waters) e di quel momento in cui decise, a Chicago, di suonare la chitarra elettrica perché la gente nel locale parlava a voce troppo alta e c’è la letteratura di Sun Ra (sì, la prosa non la musica, questa volta) quella di ‘This Planet Is Doomed”.

L’icona afrofuturistica Octavia Butler occupa un altro dei dodici spazi tangente alla sua trilogia della Xenogenesi dove, per la prima volta, è una donna nera con i dreadlock a sopravvivere alla fine del mondo e ad incontrare gli alieni.

Betty è (anche) Boogie McLarin, insegnante di danza a Chicago e gancio con la house music attraverso la quale sviluppa i suoi workshop che contengono coreografie, storie e tradizioni. E senza di lei, Jamila non avrebbe mai scoperto la musica house. E a lei è dedicata la traccia conclusiva del lavoro che è la versione vestita “da house music” della traccia che lo apre, “Betty”.

Legacy! Legacy! è un disco che si occupa della comunità. Un’eredità di tradizioni, di azioni, di sostanza. Non ci si può aspettare di meno da Jamila Woods che è insegnante, poetessa, attivista per i diritti civili e l’emancipazione. Una persona complessa, così come è complessa la sua forma d’arte.

Ci sono il recupero e l’orgoglio per le radici afro americane e c’è l’affermazione dell’identità femminile – da sempre argomenti che sono il cuore dell’arte di Jamila Woods. Artisticamente si va nel territorio che è stato esplorato da Solange e Moses Sumney insieme alle passeggiate di The Internet. Quello l’orizzonte, la consapevolezza però è qui più diretta, più in superficie.

In estrema sintesi, ‘Legacy! Legacy’ è un’opera che celebra quel passato che ha dato forma al presente. Una celebrazione che fa di grazia ed eleganza le proprie cifre stilistiche.

Ecco, e tutto questo è in un disco, un piccolo pezzo di plastica.
Che rappresenta tredici storie, che racconta una storia nera, che – se ci dovessimo limitare alla musica – è uno di quei momenti che dà dignità a questo fantastico passatempo.
Non solo “musica con un messaggio” ma anche un messaggio scritto in un album che non è la semplice sequenza di canzoni ma piuttosto un discorso, un dialogo, un posto in cui sedersi e fare amicizia. Un posto a cui far ritorno per sperimentare uno dei dischi più belli del mondo (cit.)

Questa la scorciatoia per arrivare prima:

Diciannove 03 2019 Soul (R)Evolution header

Diciannove 03 2019 Soul (R)Evolution

Diciannove 03 2019 Soul (R)Evolution di Radio Milano International è disponibile on demand qui:

Diciannove 03 2019 Soul (R)Evolution #playlist

Tahirah Memory – All The While

Ady Suleiman – Been Thru

Kari Faux – Leave Me Alone

Little Simz – Selfish (feat. Cleo Sol)

Random Wright – Game Of Thrones

McClenney – SOS

Zacari – Ten Outta Ten

Jamila Woods – Zora

Baker Boy – Cool As Hell

Jon Vinyl – Work

Anderson .Paak – King James

Flevans – Who’s Got Me (feat Laura Vane)

Midas Hutch – 80 20 (feat Kaleem Taylor, Tony Tritone – Remixed by B. Bravo)

Eric Boss – Bad Luck

Alexis Evans – Chocolate Seller

Diciannove 03 2018 Soul (R)Evolution