Articoli

Quindici 10 2019 Soul (R)Evolution Header

Quindici 10 2019 Soul (R)Evolution

Quindici 10 2019 Soul (R)Evolution ha suonato così:

Quindici 10 2019 Soul (R)Evolution #playlist

BRIK LIAM – Some Other Dude

SUMMER WALKER, USHER – Come Thru

MAJID JORDAN – Superstar

JODIE ABACUS – Hungry Like A Puppy

YO TRANE – Pullin Up

SAM WILLS – Dimension

REECE – Last Time

BJ THE CHICAGO KID, ARI LENNOX – Time Today (Remix)

SAMUEL JACK – In My Head

XAVIER OMÄR, SANGO, PARISALEXA – What Do We Do?

GRAMN – Write It Down

WALE – BGM (Black Girl Magic)

RAPHAEL SAADIQ – I’m Feeling Love

TERRACE MARTIN – All I Own

JOSIAH BELL – Deadman Walking

MOMO SAID – Break The Rules

 

Quindici 10 2019 Soul (R)Evolution playlist

 

Quindici 10 2018 Soul (R)Evolution #slrvltn

Brik Liam è il protagonista della cover story.

Andando indietro e dando il contesto: la cover story nasce da un post di Instagram dedicato al lunedì, per suggerire una canzone nuova o recente che ha particolare interesse per quel che riguarda Soul (R)Evolution e per colorare con la musica il difficile inizio delle settimane.

In questo caso l’interesse è dato dall’artista. Una delle voci più interessanti dell’RnB contemporaneo che si sposta abilmente fra musica, canto, video e grafiche.
Lo seguo da tempo e avevo scritto alcuni appunti relativi al suo lavoro The Ascension EP che trovi qui quando la radio era un’altra, il programma si intitolava in un altro modo e scrivevo su The Italian Soul.

Some Other Dude è il singolo che presenta sia il suo approdo nella scuderia di PJ Morton, sia il lancio che avverrà il 18 Ottobre prossimo del suo secondo lavoro, “What’s The Matter, Brik?” già in prenotazione qui.

Nell’EP ciascuna traccia rappresenta gli stati essenziali della materia. Le qualità fisiche di ciascun elemento e le transizioni tra i vari stati (che musicalmente sono rappresentati da interludi) riflettono la natura emotiva delle canzoni. Canzoni che, su un comune livello fondamentale, tentano di dare una risposta alla domanda: “Che cosa c’è?”

In inglese il gioco di parole è più interessante in quanto matter significa anche materia e da qui il modo di dire “Che cosa c’è?” o “Qual è il problema?” che è “What’s The Matter?”

Birk Liam ha rilasciato, per Some Other Dude, un video che ritengo molto interessante. Con la sua caratteristica di un elemento rosso sempre presente e tutta la sensualità del pezzo. A fare da contorno una serie di icone della musica black raffigurate nelle copertine di libri e di dischi leggendari.

Fossi in te lo terrei nel radar come uno degli artisti più interessanti dell’ RnB contemporaneo e andrei anche a recuperare il suo materiale precedente.

Diciassette 09 2019 Soul (R)Evolution Header

Diciassette 09 2019 Soul (R)Evolution

Diciassette 09 2019 Soul (R)Evolution, l’appuntamento con la musica fuori algoritmo ha suonato così:

Diciassette 09 2019 Soul (R)Evolution #playlist

GOWE, SAM OCK – Worth The Wait

ZO!, ERIC ROBERSON, CARMEN RODGERS – Love Up

BLACK COFEE, USHER – Lalala

SNOH AALEGRA – Situationship

GOSTFACE KILLAH, EAMON – New World

RAPHAEL SAADIQ – This World Is Drunk

BJ THE CHICAGO KID, RICK ROSS – Playa’s Ball

MICHAEL KIWANUKA – You Ain’t The Problem

XAVIER OMÄR, SANGO – Thief

MASEGO – Big Girls

SiR – Fire

IDK – Alone

TOM TRIPP – Ring

ZILO – Sweet Like

R.LUM.R. – Cold

CHRISTIAN KURIA, BRAXTON COOK, JACK DINE – Bitter Pill

Tre 09 2019 Soul (R)Evolution Header

Tre 09 2019 Soul (R)Evolution

Tre 09 Soul (R)Evolution su Radio Milano International accade il martedì alle 9 di sera su Radio Milano International New Vibes. Poi si veste da ‘podcast’ e lo trovi on demand qui:

Tre 09 Soul (R)Evolution #playlist

Tre 09 2019 Soul (R)Evolution playlist

MYLES SANKO – Promises

SIMPLY RED – Thinking Of You

BJ THE CHICAGO KID – Champagne

GALLANT – Sleep On It

NOAH SLEE – Still

ARIN RAY, KHELANI – Change

KYLE, TEYANA TAYLOR – F You I Love You

MISSY ELLIOTT, SUM1 – DripDemeanor

PUSHA T, LAURYN HILL – Coming Home

REECE – Too Much

DRAM, H.E.R., WATT – The Lay Down

RAPHAEL SAADIQ – Rikers Island

SiR – You Can’t Save Me

SAMM HENSHAW – The World Is Mine

ROMERO MOSLEY, LORINE CHIA, CHIRÈ THE MAESTRO – Friendzone

OLA ONABULE – Point Less

Tre 09 Soul (R)Evolution #slrvltn

Dopo la pausa di mezza stagione dove io e Simone ci siamo divertiti con la formula ‘Rewind’ il rientro è stato bellissimo.
A fare in modo che la bellezza fosse tangibile ci hanno accolto immagini sensazionali, come quelle che riporto qui sotto fra la performance magica di Missy Elliott agli MTV Video Award e il video di DRAM con H.E.R. che sono due espressioni di quello che il fuori algoritmo rappresenta. Insieme a qualcosa di estremamente divertente e abrasivo da parte del buon A$AP Rocky.

Una carriera condensata in sette minuti, per Missy Elliott, che manda tutti a casa con un mini show davvero ben orchestrato fra specchi, giochi di luce, alieni, voli all’interno dell’arena e coreografie che strappano più di un “wow”. Il tutto su un tappeto di pezzi che non hanno davvero bisogno di alcuna presentazione.

DRAM, da parte sua, vuole affermare che il suo ruolo all’interno del RnB contemporaneo sarà predominante. Iniziando dalla sua dichiarazione durante la presentazione di ‘The Lay Down’ che farà parte del suo prossimo disco (il secondo): Ci sono pochi cantanti in giro, è ora di rimettere il cantato al centro dell’RnB. Come a sottolineare anche da parte sua che l’RnB è vivo e lotta insieme a noi, basta che ci siano artisti pronti a mettersi in gioco con il proprio talento (come succede in parte per Anderson .Paak, poi con Raphael Saadiq e con BJ The Chicago Kid e Johnta Austin giusto per nominare quelli con dischi recenti in giro).
Insieme a H.E.R. ormai star dell’RnB contemporaneo e al prezioso intervento in produzione (e alla chitarra) di Watt c’è anche il video, meraviglioso.

E poi c’è A$AP Rocky che dopo l’assurda vicenda che lo ha visto imprigionato in Svezia la racconta a modo suo con una traccia che intitola ‘Babushka Boi’ e che rappresenta con un video estremamente divertente e – diciamolo chiaramente – decisamente critico verso le forze dell’ordine.
Il gioco, per noi, è quello di indovinare chi sono gli amici di A$AP Rocky nelle immagini decisamente ispirate da un fumetto classico quale Dick Tracy.

 

Sei Otto 2019 Soul (R)Evolution Header

Sei Otto 2019 Soul (R)Evolution

Sei Otto 2019 Soul (R)Evolution on demand è su Apple Podcast e Spotify:

Sei Otto 2019 Soul (R)Evolution #playlist

Sei Otto 2019 Soul (R)Evolution playlist

BJ THE CHICAGO KID – Time Today

SMERMAN’S SHOWCASE, NE-YO – Time Loop

JOHNTA AUSTIN – Still Mine

RAPHALE SAADIQ – So Ready

CHANCE THE RAPPER, SMINO – Eternal

ANDERSON .PAAK, LALAH HATHAWAY – Reachin’ 2 Much

RAPSODY, GZA, D’ANGELO – Ibtihaj

HERMITUDE, BUDDY, BJ THE CHICAGO KID – OneFourThree

STRETCH SOUL GANG, STEVEN BAMIDELE – Ungrateful

BIG K.R.I.T. – K.R.I.T. Here

SEBASTIAN KOLE – Hey God

ANTHONY EVANS – Reckless Love

 

Sei Otto 2019 Soul (R)Evolution #slrvltn Sebastian Kole

Il disco di Sebastian Kole non esiste, o almeno non esiste sui canali “tradizionali” e di conseguenza per reperirlo e ascoltarlo ci attrezziamo volentieri.

L’artista stesso ha deciso di pubblicarlo su Soundcloud e di aggiungere al titolo la formula “Leaked”, trapelato come conseguenza del fatto che in assenza di risposte dalle etichette, la via per far giungere comunque alla gente il lavoro era pubblicarlo quasi fosse un bootleg.

Il disco, che avrebbe dovuto essere il secondo album di Sebastian Kole, lo stiamo ascoltando su Radio Milano International e in Sei Otto 2019 Soul (R)Evolution abbiamo inserito la traccia che gode anche di un supporto video, regolarmente disponibile su YouTube: Hey God.

L’apertura su schermo nero serve per lanciare il tema del video che risponde a una delle   ̶d̶i̶c̶h̶i̶a̶r̶a̶z̶i̶o̶n̶i̶ provocazioni più folli di Kanye West “E se la schiavitù fosse stata una scelta?”

Il video non ha bisogno di spiegazioni, esplicito, girato a Birmingham (Alabama) e impiega come attori persone del luogo, amici e conoscenti di Sebastian Kole, che con entusiasmo hanno partecipato alla due giorni necessaria per raccogliere tutti i contenuti. Ovviamente non senza qualche imprevisto.

E’ stato pubblicato, questa volta solo su Facebook, anche il dietro le quinte di ‘Hey God’ e sul suo profilo personale Sebastian ha anche condiviso un brevissimo video dell’incursione della polizia sul set durante le riprese in quanto allertata da alcuni abitanti per “sospetto di presenza di una manifestazione del Ku Klux Clan” (non voglio rivelarvi a proposito di quale scena).

The Numb EP è disponibile su Soundcloud e propone una nuova strada per Sebastian Kole, lasciando però come conseguenza talento e potenza intatti.
Talento e la potenza di un artista la cui voce è candidata ad essere una delle più interessanti del nuovo corso della musica black (e lo ricordo, è lui l’autore di ‘Stand Up (Show Love)’  per O’Jays, ‘Here’ di Alessia Cara che nel 2015 è stata una delle canzoni più trasmesse dalle radio americane insieme a ‘Wild Things” dell’anno successivo sempre per Alessia Cara entrambi dischi d’oro in Italia).

 

Diciotto 06 2019 Soul (R)Evolution header

Diciotto 06 2019 Soul (R)Evolution

Diciotto 06 2019 Soul (R)Evolution è successo su Radio Milano International New Vibes e puoi ascoltarlo quando vuoi qui (oppure su Spotify e Apple Podcast)

 

Diciotto 06 2019 Soul (R)Evolution #playlist

diciotto-06-2019-Soul-(R)Evolution-Playlist

RAPHAEL SAADIQ – Something Keeps Calling Me

GOLDLINK – More

FREDDIE GIBBS & MADLIB – Giannis feat. Anderson .Paak

THE FREE NATIONALS – Time feat. Kali Uchis & Mac Miller

COMMON – HER Love feat. Daniel Caesar

DRAKE – Omertà

OTIS JR & DOCTOR DUNDIFF – The Touch

MAMAS GUN – On The Wire

TANIKA CHARLES – Tell Me Something

VLUSH – First Town Down

LEVEN KALI – Numwrong

GALLANT – Sharpest Edges

STEVEN BAMIDELE – Lighitng Fires

MAC AYRES – Jumping Off The Moon

JORDAN RAKEI – Moda

SAMPA THE GREAT – Final Form

Diciotto 06 2019 Soul (R)Evolution #slrvltn

Una cosa, subito, urgentissima, che è la canzone di Common.

Oltre ad essere un grandissimo pezzo rap è anche una dichiarazione d’amore nei confronti dell’hiphop e del rap (per la parte musicale) e non solo perché si basa su un beat di J Dilla.

Guardalo per credere:

Il comunicato stampa riporta un paio di questioni che ritengo interessante riportare qui:

Nel suo personale lessico, “HER” è l’abbreviazione di “Hip-Hop in its Essence is Real”, già introdotta nel 1994 con “I Used To Love H.E.R.” In questa occasione, Common si accompagna a grandi personalità di ere differenti per un omaggio alla storia dello hip-hop nel suo complesso in “HER Love” con il sostegno di Dilla e l’apporto soul di Caesar. In questo modo riesce nell’intento di illustrare l’evoluzione dello hip-hop negli ultimi 25 anni, chiudendo il cerchio con il suo fondamentale primo contributo al genere del 1994.

Per il video (di ispirazione cinematografica), si è avvalso del talento della registar Savanah Leaf, dallo stile intrigante, a tratti provocatorio, che induce alla riflessione. La proiezione del video presso The Annenberg Space for Photography, nel contesto della riuscitissima mostra “CONTACT HIGH: A Visual History of Hip-Hop” in corso a Los Angeles è stata salutata da un’ovazione.

Quando ti verranno a dire che nella musica black non c’è niente di interessante, fossi in te li manderei a lezione da Common: pochi minuti, decisivi.

Undici-06-2019-Soul-(R)Evolution

Undici 06 2019 Soul (R)Evolution

Undici 06 2019 Soul (R)Evolution ha suonato su Radio Milano International New Vibes. Ora lo puoi ascoltare qui:

Undici 06 2019 Soul (R)Evolution #playlist

NOEL GOURDIN – Lovin’ Up (You)

ERYKAH BADU – Tempted  feat. James Poyser

QUINCY MUMFORD – Thank You

DEM ATLAS – Bad Days Are Over feat. Atmosphere

MAC AYRES – Jumping Off The Moon

AMBER MARK – What If

ADRIAN DANIEL – Near You

GOLDLINK – U Say Feat Tyler, The Creator & Jay Prince

DENZEL CURRY – Wish feat. Kiddo Marv

COL3TRANE – Heroine

SAMPA THE GREAT – Final Form

CHARLES BRADLEY – Lucifer

NEAL FRANCIS – Changes, Pt. 1

KIRK FRANKLIN – Ok

RAPHAEL SAADIQ – Something Keeps Calling Me feat. Rob Bacon

 

Undici 06 2019 Soul (R)Evolution #slrvltn

Insisto sempre sul fatto che io con Simone N1G4 andiamo sì alla ricerca del suono che crediamo sia il migliore per Soul (R)Evolution ma che questo suono non esisterebbe se non ci fossero gli artisti, gli artigiani, a farlo a inventarlo a lasciarlo da qualche parte dove lo si possa trovare.
In maniera più semplice: io faccio girare dei dischi, ma i dischi sono fatti dagli artisti.

Questo è uno degli aspetti importanti e fondamentali del modo migliore – secondo noi, ovviamente – del “fare la radio”.
Poi devono esserci altre cose: una tecnologia che ti permetta di far arrivare ad altri questo suono, un editore che creda in un progetto che non si basa su “quello che vuole la gente” (anche perché né per noi né per Radio Milano International tu sei “gente” e non siamo così arroganti da pensare in tua vece a quel che ti piace/serve/interessa), e la tua curiosità.

Tutti elementi importantissimi ed essenziali e senza uno solo di questi nulla del progetto Soul (R)Evolution si realizza.

Dalla nostra proposta di suono ci piacerebbe che tu possa trovare uno spunto, una scusa per andare a scoprire altri suoni. E se poi trovi qualche suono che noi abbiamo perso di vista puoi farcelo sapere. Qui o attraverso la radio, tanto ci trovi di sicuro.
Per noi l’interazione è questa e non è “diccelo al nostro numero Whatsapp”, perché appunto tu non sei “gente” ma sei molto di più. E pretendi giustamente qualcosa in più.

Ci tenevo a sottolinearlo per bene questa volta.